Tempeh manis

Tempeh manis

Prima di visitare l’Indonesia, il tempeh era per noi un perfetto sconosciuto, a dirla tutta pure un po’ antipatico. Con quel nome strano e quello status di “cibo per vegani” che lo rendeva decisamente snob.

In Indonesia però è un prodotto molto semplice e diffuso, lo si mangia per accompagnare riso, insalate e verdure, un po’ come per noi il pane, e così ci abbiamo fatto amicizia, e ora lo acquistiamo anche in Italia.

Qui vi lascio la ricetta che ho imparato direttamente dallo chef Ketut a Bali il tempeh manis. Spero vi faccia volare con la fantasia!

Tempeh manis

 

 

Preparazione:

 

 

– Comincia tagliando a fette il tempeh e la patata e falli friggere una padella piuttosto grande con abbondante olio d’arachidi.

 

 

– In un mortaio pesta uno spicchio d’aglio insieme al peperoncino (nella videoricetta ho usato quello secco ma il risultato è migliore se utilizziamo il peperoncino fresco) La quantità di peperoncino varia comunque in base alla piccantezza, tuttavia si può usare anche quello dolce.

 

 

– In seguito unisci la cipolla e schiacchiala un pochino nel mortaio senza disfarla del tutto.

 

 

– Una volta ben dorati scola il tempeh e le patatine.

 

 

– Butta via l’olio d’arachidi che hai usato per la frittura, tenendo circa un cucchiaio in padella. In quell’olio fai soffriggere per qualche minuto il contenuto del mortaio, quindi aglio, peperoncino e cipolla.

 

 

– Unisci 2 cucchiai circa di salsa di soia, un pizzico di sale, abbondante pepe, un cucchiaino di lemongrass, un pezzetto di zenzero fresco, ½ bicchiere d’acqua e fai cuocere su fuoco deciso per un minuto. Aggiungi poi un cucchiaino di zucchero e 2 cucchiai circa di salsa di soia dolce. Cuoci per un paio di minuti.

 

 

– Unisci nel sughetto che hai creato in padella il tempeh e le patatine fritte e mescola bene il tutto ancora sul fuoco per un paio di minuti.

 

 

– Puoi mangiarlo caldo il tuo tempeh manis oppure freddo anche con le mani da vero indonesiano.

 

 

Enjoy!